Il vaso di espansione è un contenitore, solitamente di metallo, che viene montato sull’impianto per garantire risposte elastiche del sistema sia in avvio sia in arresto ed è costituito da due ambienti separati uno con aria compressa e l’altro con acqua pressurizzata.

A cosa serve un vaso di espansione?

Il vaso di espansione viene associato ad un apparecchio di start e stop automatico come un pressostato o un inverter ed evita:

  • Inutili partenze della pompa per piccole richieste di acqua
  • Sovrappressioni dannose per la struttura in caso di repentini arresti del flusso circolante (colpo d’ariete).
Come lavora un vaso di espansione?

La membrana o camera d’aria presente all’interno del vaso si precarica con aria compressa ed il volume interno viene riempito d’acqua pressurizzata dalla pompa stessa.

Così, quando verrà aperta un’utenza del circuito, l’acqua verrà immessa in esso permettendo la diminuzione della pressione interna fino a quella di start del pressostato che farà avviare la pompa.

Quando verrà chiusa l’utenza la pompa continuerà a mantenere in pressione l’impianto fino al raggiungimento della pressione di stop.