13 Prodotti | Ordina per

Pompa per pozzo trivellato, come funziona

Questa categoria di pompe pozzo sommerse è generalmente caratterizzata da un corpo in acciaio inox, materiale che garantisce elevata resistenza oltre alla capacità di raffreddamento, e una prevalenza di almeno 40 m. Chiaramente, le prestazioni possono variare da modello a modello.

Nel pozzo trivellato si possono installare due tipologie di pompe, da scegliere a seconda delle caratteristiche della trivellazione stessa, e in ragione delle necessità di utilizzo. 

Pompa a siluro

Una pompa ideale per pozzi 4’’, quindi con diametro di 10 cm circa, ha una caratteristica forma stretta e lunga, per essere alloggiata senza sforzo nei pozzi più stretti. 

È formata da un motore posizionato nella parte inferiore, e una pompa montata nella parte superiore. L’acqua passa attraverso una griglia di aspirazione che si trova proprio al centro del corpo della macchina, cioè alla fine della pompa stessa.

Pompa monoblocco

Una pompa per pozzi trivellati più ampi, ha un diametro di circa 14 cm, con un braccio galleggiante esterno che facilita lo spegnimento della macchina quando non c’è abbastanza acqua.

Si tratta in questo caso di un corpo monoblocco, un unico pezzo che comprende pompa e motore, e dove la griglia di aspirazione è posizionata sul fondo della macchina stessa.

Utilizzi della pompa per pozzo trivellato

Normalmente, se si possiede un pozzo trivellato questo è adibito all’approvvigionamento di acqua per il sistema idraulico della casa, potabile e non, a seconda delle caratteristiche dell’impianto. 

Di per sé, la pompa da pozzo trivellato può gestire acqua di falda, acqua pulita, e acqua piovana con una minima quantità di sabbia o granelli di terra.

Altro utilizzo frequente delle pompe per pozzo trivellato sono l’irrigazione di giardini, orti, e grandi campi agricoli.

Come scegliere tra le pompe per pozzi trivellati

Orientarsi alla scelta della pompa ad acqua ideale può richiedere tempo. Ma i fattori da considerare sono molto chiari. 

Il primo è la dimensione della trivellazione, ovvero il diametro della cavità. Di solito i pozzi trivellati hanno un diametro compreso tra i 3’’ e i 4’’.

Il secondo è il livello dell’acquifero, cioè a quale profondità si trova l’acqua, e quale prevalenza (distanza massima di distribuzione) può garantire la pompa, considerando una minima perdita fisiologica.

Inoltre, è importante sapere quanta pressione ci serve e se la pompa è compatibile sia per generare questa pressione, sia per alimentare il numero di punti acqua o utenze in essere.

Queste sono le informazioni minime da conoscere, ma per qualsiasi dubbio ci si può mettere in contatto con il nostro servizio clienti per una consulenza gratuita.