Come calcolare i metri cubi di una piscina di qualsiasi forma

Chi di noi non si è mai divertito ad immaginare la propria casa dei sogni, con un bel giardino e un’immancabile piscina? Ristoro assicurato durante il periodo della calura estiva, la piscina è uno di quegli accessori da esterno che più o meno tutti sognano di possedere.

Guardando l’altra faccia della medaglia però, saprete che la manutenzione di una piscina può rappresentare una grossa spesa se non viene effettuata correttamente, così come può costarvi caro in termini di consumi, a partire da quelli per riempirla d’acqua, che dipendono dalle sue dimensioni. Come calcolare i metri cubi d’acqua necessari?

Il calcolo dei metri cubi di una piscina

Per calcolare la capienza della vostra piscina, non è indispensabile essere grandi matematici, bastano un metro (o le misure della vasca se le avete già pronte per la consultazione) e una calcolatrice. In base al modello di piscina che avete i calcoli differiranno in poche cose.

Se si tratta di una piscina dalla classica forma rettangolare basterà moltiplicare la lunghezza del lato lungo per la lunghezza del lato corto per l’altezza del livello dell’acqua.

Formula: L. lungo x L. corto x h = m3

Esempio, per una piscina da riempire per 2 metri di altezza e che sia di dimensioni 7 m x 5 m il calcolo sarà:

7 m x 5 m x 2 m = 70 m3 ovvero 70mila litri d’acqua.

Se la vostra piscina è rotonda, la formula da usare sarà la moltiplicazione dei due raggi per il coefficiente 3,14 per l’altezza del livello dell’acqua.

Formula: r x r x 3,14 x h = m3

Esempio di calcolo per una piscina tonda di diametro 8 metri (quindi di raggio pari a 4 metri) e alta 2 metri:

4 m x 4 m x 3,14 x 2 m= 100,48 m3 ovvero 100480 litri.

Se invece avete una piscina di forma ellittica dovrete moltiplicare il raggio lungo per il raggio corto per il coefficiente 3,14 per l’altezza del livello dell’acqua.

Formula: RL x RC x 3,14 x h = m3

Esempio, se abbiamo una piscina di raggio lungo pari a 5 metri e raggio corto di 3 metri, con un’altezza di 2 metri avremo questo calcolo:

5 m x 3 m x 3,14 x 2 m = 94,2 m3 ovvero 942000 litri.

La situazione si complica quando la forma della piscina non è regolare.

Qui sarà necessario prendere le misure delle singole dimensioni, ovvero la larghezza massima, la lunghezza massima e la profondità. Queste misure andranno moltiplicate tra loro inserendo nel calcolo una costante del valore approssimativo di 0,85. La formula quindi sarà: larghezza massima x lunghezza massima x profondità x 0,85.

Il calcolo del volume della piscina di forma irregolare che abbia come larghezza massima 10 metri, come lunghezza massima 5 metri, e come profondità 2 metri sarà ad esempio:

5 m x 10 m x 2 m x 0,85 = 85 m3 ovvero 85mila litri d’acqua.

Nel caso in cui la piscina, indipendentemente dalla forma, abbia diverse profondità il calcolo della profondità sarà: (profondità massima + profondità minima) /2.

Esempio con una piscina con profondità massima 3 metri e profondità minima 1 metro: (3 m +1 m) /2 = 2 m

Quello che si evince da questi calcoli, oltre alle formule da utilizzare per ogni forma della piscina, è che a 1 m3 d’acqua corrisponde orientativamente 1 litro d’acqua. Questo non è valido per tutte le sostanze, ma per l’acqua è così ed è il caso di nostro interesse.

Una volta calcolato il volume d'acqua della piscina, potrete scegliere la pompa di filtrazione più adatta alle Votre esigenze.

Altri consigli

Se non disponete di tutti i dati tecnici per effettuare il calcolo della profondità, un metodo un po’ più rudimentale può essere riempire la piscina d’acqua tenendo d’occhio il contatore per calcolare quanti litri sono stati usati per il riempimento. Sapendo quindi che 1 litro d’acqua corrisponde a 1 decimetro cubo, facendo l’equivalenza si potranno ricavare i metri cubi della piscina.

L’operazione vi risulterà invece molto più semplice se avrete a che fare con una piscina fuori terra, in quanto dovrebbe essere provvista di libretto con le varie misure necessarie. In caso di assenza, potrete facilmente effettuare le misurazioni aiutandovi con un metro.

Questi calcoli, per quanto approssimativi, sono essenziali per tenere sott’occhio anche i costi dell’approvvigionamento d’acqua. Durante il periodo estivo sarà necessario rabboccare la vostra piscina costantemente per sopperire alla mancanza dell’acqua inevitabilmente fuoriuscita durante i vari bagni.

Per evitare sprechi sia in termini di acqua che in termini monetari, un trucchetto è quello di controllare costantemente due volte a settimana il quantitativo di cloro presente, la sua protezione dalla formazione di alghe e il suo valore PH. Effettuare questo controllo è molto meno oneroso della sostituzione totale dell’acqua, con l’operazione di svuotamento e riempimento che sono dispendiosi in termini di tempo e soldi.

Ottenere informazioni relative alla capienza della vostra piscina vi permetterà anche di effettuare una pulizia migliore dell’impianto, vi aiuterà nella scelta delle pompe di scarico, del sistema di aspirazione, del sistema di riscaldamento dell’acqua ed infine nella scelta di un eventuale robot per la pulizia del fondo.